Lorem ipsum dolor amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Baker

Seguici su

Blog

Ponte alla Luna

Il 6 aprile del 2017 é stato inaugurato in Basilicata il cosiddetto “Ponte alla Luna”, ma bisogna andare indietro nel tempo per capire il reale motivo per il quale è stato creato, bisogna fare un salto nel lontano 1969.
Questo ponte è infatti un omaggio a Rocco Petrone, un uomo di un metro e novanta per 100kg che veniva benevolmente chiamato da tutti “la tigre”, americano dello stato di Washington ma figlio ad Antonio e Teresa, emigrati nel 1921 da un piccolo paesino della Basilicata, tra le Dolomiti lucane: Sasso di Castalda.

Quando si decise di far atterrare il primo uomo sulla Luna nel 1969 con il programma Apollo, il presidente americano Dwight Eisenhower non ci pensò due volte ed alla nose volle a tutti i costi Rocco Petrone pronto per questo importante incarico.

Ecco da dove nasce l’ispirazione per la creazione di questo ponte Tibetano che si trova proprio a Sasso di Castalda.

Un ponte Tibetano con una campata unica di 300 metri, sospeso nel vuoto a ben 120 metri di altezza.

Un’attrazione che fa letteralmente impazzire tutti gli appassioni di avventura, del brivido e del pericolo. È un’esperienza per i più coraggiosi e temerari dopo quella del “volo dell’angelo” sempre in Basilicata di cui abbiamo parlato nei precedenti articoli.

La Luna quindi è il soggetto principale di questa meravigliosa attrazione.
Un filo d’acciaio esile quanto resistente che non collega solo le rocce che sovrastano Sasso di Castalda con quelle del torrente Fosse Arenazzo, ma è un filo in realtà che unisce punti molto più distanti, ebbene sì. Un villaggio sperduto della Basilicata di cui in pochi probabilmente ne avrebbero scoperto l’esistenza, fino alla Luna, che l’uomo ha raggiunto anche grazie alla famiglia Petrone, e soprattutto a Rocco.

Quando sarete sul ponte, sospesi a mezz’aria vi sembrerà tanto piccolo tutto il resto intorno a voi, sarà un’esperienza magica ed indimenticabile, sarà impossibile dimenticarvene ed anzi, sembrerà proprio di sfiorare la luna con un dito.

Non perdete quest’occasione.

 

“Mi piace pensare che la luna è lì, anche se io non guardo.”

Per tutte le maggiori informazioni e chiarimenti, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale dell’attrazione:

Www.pontetibetanosassodicastalda.com

POST A COMMENT